In Evidenza
Il Contest del giorno su iSpazioMac
Contest
macicon120_502305145
Vinci 5 copie di Cultura Generale con iSpazioMac!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Tempo di SSD: guida definitiva alla configurazione dual-drive su Macbook Pro



Per il proprio Mac, oggi come oggi non c’è nessun upgrade migliore di un SSD, soluzione per lo storage che sta prendendo piede da un po’ di tempo anche nel mercato consumer, grazie ad una riduzione dei prezzi abbastanza soddisfacente. Tuttavia, chi leggerà queste righe potrà ancora permettersi di rispondere con dei ragionevoli ” ma costano ancora troppo!” e “contengono troppi pochi dati”. Dopotutto, non tutte le tasche sono larghe, e quelle di chi vi scrive non fanno eccezione. Ma il compromesso c’è, per più di qualche Mac: mantenere l’hard disk tradizionale e rimuovere il Superdrive. Una idea non male, ma come attuare il tutto? Ve lo spieghiamo qui in una guida focalizzata sul Macbook Pro che vi aiuterà passo per passo.

Ovviamente, anche noi non saremo andati molto avanti senza una validissima guida alle spalle, ovvero quella di iFixit, che è stata di grande aiuto per venire a capo della complicata installazione. Nonostante le loro ottime istruzioni, avevamo voglia di scrivere una guida di nostro pugno con la nostra esperienza, in lingua italiana e, si spera, con più dettagli. Partiamo con un po’ di FAQs.

Cos’è un SSD? Perché dovrei comprarne uno?

Un SSD (Solid State Drive) è una unità di memoria che, diversamente da quelle tradizionali, non fa uso di delicati dischi magnetici e testine, ma di memorie flash. Il vantaggio che si ottiene con un SSD è sensibilmente maggiore rispetto a qualsiasi altro upgrade: l’avvio del sistema operativo è quasi immediato, la RAM viene gestita in maniera più efficace, le applicazioni si aprono in maniera istantanea. E nonostante i puristi insistano sul fatto che nessun SSD sia in grado di rimpiazzare una più veloce CPU per i calcoli (oggettivamente vero), bisogna far notare che una unità a stato solido, velocizzando gli accessi al disco, migliorerà indubbiamente la produttività di chiunque in tanti modi, anche di chi fa uso quasi esclusivo di programmi dove è la CPU a fare da padrona (come i software di video editing). Per farla breve, l’SSD è il miglior upgrade che si potrebbe fare al proprio Mac.

Perché rimuovere il Superdrive?

Come già detto, gli SSD costano, e non poco. Il prezzo varia parecchio in base al taglio, attualmente nella misura approssimativa di un euro per ogni GB. Fortunatamente, i prezzi pare stiano lentamente scendendo. Rimuovere il Superdrive può rivelarsi una scelta furba per due ragioni. La prima è che, per molti, si andrebbe a rimuovere una unità quasi del tutto inutilizzata di questi tempi (ovviamente la cosa è soggettiva). La seconda ragione è che in questo modo è possibile risparmiare, comprando un SSD di piccolo taglio, senza però soffrire della mancanza di spazio che una soluzione SSD-only potrebbe causare. Inoltre il lettore non si butta, basta acquistare un box esterno USB adatto!

Che taglio di memoria mi conviene con questa soluzione?

Questo dipende sempre e comunque da ciò che si ha in tasca. Un SSD da 64 GB è generalmente meno veloce di uno da 128, inoltre si riempirebbe prima, e un SSD pieno non fa bene alle prestazioni. Se possibile, conviene orientarsi su un modello da 128 GB (ma le soluzioni da 64 non sono cattive).

A che cosa mi servirà l’hard disk tradizionale?

A mantenere tutti i dati “pesanti”: librerie multimediali, documenti, altri tipi di files. L’SSD non va riempito di robaccia, per quello ci sta il disco tradizionale. Teniamo bene in mente che nell’SSD dobbiamo mettere solo ed esclusivamente ciò che vogliamo rendere “veloce”: il sistema operativo e le applicazioni (magari nemmeno tutte, almeno quelle più pesanti, come le suite Adobe, iWork e iLife). La differenza di velocità sarà abissale.

E se ho un vecchio Macbook? L’SSD mi è utile?

Dipende. In base a quanto il proprio Macbook è recente, l’SSD avrà più o meno limiti alla propria “potenza”. I Macbook Pro 2011 e 2012 sono i migliori candidati all’SSD, ma anche i modelli precedenti ne trarranno grandi benefici. Tuttavia, non avranno lo stesso incremento prestazionale dei fratelli più giovani, a causa dei connettori interni che non sono in grado di trasferire i dati alla stessa velocità. Risulta comunque un’ottima scelta per dare un po’ di brio ad un Macbook Pro di due o tre anni fa (ma anche quattro). Spingendosi oltre, non risulta così tanto conveniente.

Come posso capire se il mio Macbook Pro può spingere al massimo un SSD moderno?

I Macbook Pro 2011 e 2012 godono di connettori SATA3 a 6 Gbps anche verso il Superdrive (con alcune eccezioni su alcuni modelli 2011). Per scoprire la banda passante sul vostro connettore SATA del Superdrive, seguite queste istruzioni. Un SSD è abbastanza veloce anche a 3 Gbps.

Voglio rimuovere il Superdrive e montare un SSD al suo posto. Cosa mi serve?

Quattro cose sono imprescindibili:

1) Un buon SSD: ci sono tantissimi modelli in vendita, ed è sempre meglio orientarsi sui modelli più nuovi. Anche se possedete un vecchio Mac con connessione SATA2, non farebbe male prendere ugualmente un più veloce e recente modello SATA3, anche solo per godere della maggiore stabilità (alcuni SSD non recentissimi potrebbero dare qualche problema). Parleremo nei prossimi giorni degli SSD più gettonati, con relative analisi su qualità e prezzo. Per ora ci limitiamo a consigliare gli ottimi Crucial M4 e Samsung 830. Di quest’ultimo abbiamo segnalato una ottima offerta proprio poco tempo fa (e chi vi scrive non se l’è lasciata sfuggire) e un’altra, sempre per il Samsung da 128, su Pixmania. Ecco qui il nostro Samsung 830 nuovo fiammante acquistato da Monclick, arrivato dopo appena quarantott’ore.

2) Un bay per il Superdrive: la foto sopra mostra le dimensioni delle unità di storage. Lo spazio richiesto per il Superdrive è maggiore, per cui sarà necessario comprare una sorta di “case” delle dimensioni del Superdrive in cui inserire l’SSD in modo che non vada a muoversi durante l’uso. Cosa comprare? Sulla rete si parla tanto delle unità Optibay, ma l’idea di pagare così tanto per un piccolo chassis di alluminio, e aspettare pure la spedizione estera, non ci andava proprio.

Così abbiamo aperto Amazon e abbiamo individuato le più economiche soluzioni Leicke. Non ci convincevano appieno (i commenti su Amazon circa i prodotti Leicke sono controversi), ma abbiamo voluto dare una chance al loro ultimo modello di bay per Macbook. Il tutto è arrivato, assieme all’SSD, dopo pochissimo tempo. All’interno della confezione abbiamo trovato il bay e un sacchetto per trasportarlo agevolmente (decisamente bizzarro come accessorio, visto il prodotto..). Ad ogni modo, potete comprare il bay che più vi aggrada, fate attenzione soltanto agli utilissimi pareri in rete per individuare eventuali “pacchi”.

3) Gli strumenti del mestiere: vi anticipiamo che il cacciavite a stella, durante la procedura, sarà il vostro compagno di trincea. È bene dunque procurarsene uno adatto. Il nostro fedele cacciavite rosso, seppur della misura giusta, non è stato in grado di svolgere agevolmente il suo lavoro. Fortunatamente, abbiamo ritrovato il cacciavite nero che Apple invia per le soluzioni di assistenza tecnica “fai da te”, che si è rivelato decisamente migliore: si tratta di un Philips #00. Se ne avete uno di questo tipo (o di quelli più snelli con corpo in metallo) vanno benissimo. Ancora meglio se con punta magnetica.

4) Tanta pazienza, tanta attenzione nel non perdere nessun dettaglio di questa guida, e un minimo di dimestichezza con cavi e hardware vario. Ci sarà un po’ da lavorare: mentre la sostituzione del disco principale risulta molto semplice, la rimozione del Superdrive richiede diversi passaggi in più. Apple permette di poter mettere mani su RAM e disco rigido, ma per quanto riguarda il Superdrive, non dà troppe libertà, perlomeno senza un po’ di sforzo.

Mettiamoci al lavoro, dunque. Ecco di seguito il procedimento passo per passo, accompagnato dalle nostre fotografie per ogni passaggio (abbiamo tuttavia conservato qualche utile scatto di iFixit per chiarire ulteriormente le cose).

Iniziamo con il rimuovere il coperchio inferiore. Non tutte le viti sono uguali, per cui occhio quando le rimetterete. Vi lasciamo una immagine utile a riguardo. Due consigli per l’apertura: non insistete troppo con un cacciavite non adatto, rischiate di rompere le viti (il cacciavite in foto non è adatto…e ci terremo per noi la foto che mostra il danno). L’altro consiglio vale per tutto il procedimento: poggiate il Mac su una superficie morbida. Noi abbiamo improvvisato appoggiandolo su una custodia morbida, ma va bene anche un telo o una coperta. Non vorrete che si graffi!

A coperchio rimosso, questo è ciò che dovreste vedere. La situazione potrebbe cambiare da generazione a generazione. Noi ci baseremo sul Macbook Pro 13″ 2011, ma i procedimenti dovrebbero essere simili. In basso a destra si trova la batteria e la RAM, mentre sulla sinistra troviamo l’hard disk (il pezzo più piccolo) e il Superdrive (il più grande).

Non possiamo togliere il Superdrive così com’è. Come vedete, ci sono un paio di connettori posti sopra di esso, e in più altri piccoli cavetti circolano tutt’intorno al bordo superiore. Procediamo un passo per volta, innanzitutto scollegando la batteria per evitare di fare danni. Quando riavvierete il Mac l’orario sarà resettato: è normale, non preoccupatevi.

Per scollegare la batteria dovremo prima individuare il connettore. È a destra degli slot verdi della RAM. Potete scollegarlo con le mani oppure servendovi di un cacciavite per fare leva, lentamente e da entrambi i lati. Una volta staccato, semplicemente orientatelo in modo che non si colleghi di nuovo accidentalmente.

Procediamo: vedete l’immagine qui sotto? Sono evidenziati quattro connettori che dobbiamo staccare. Dall’alto verso il basso: connettore fotocamera, connettore Airport/Bluetooth, connettore Superdrive, connettore hard disk. Penseremo tra un attimo al connettore evidenziato in rosso. Per il momento limitiamoci a staccare (sempre con dita o aiutandosi con un cacciavite) i connettori evidenziati in giallo.

Adesso è il momento di pensare al delicato connettore della fotocamera. Quest’ultimo risulta più piccolo e fastidioso rispetto agli altri. Tiriamolo via delicatamente dalla sua sede: il movimento deve essere orizzontale, non tiratelo verso l’alto!

Seguite il cavo che avete tirato e fatelo uscire fuori dalla sua “pista” che segue il bordo del Superdrive. Ad un certo punto noterete che il cavo risulterà incollato. Scollatelo pure senza timore.

Vedete il cerchietto rosso dell’immagine qui sopra? È il prossimo connettore da scollegare. Stesso procedimento di prima, nulla di preoccupante.

I connettori dovrebbero essere a posto, adesso. Bisogna però spostare alcune componenti che ci impediscono l’accesso al Superdrive. Dobbiamo sfilare alcune viti. Per comodità, vi riportiamo lo schema di iFixit che le distingue per grandezza (le viti, infatti, sono di diverse dimensioni).

Osservate attentamente ora. Sull’estremità superiore del Macbook, tra il bordo e il Superdrive, ci sono due pezzi di plastica, che servono a contenere i connettori e il piccolo subwoofer. Ora che le viti sono state rimosse possiamo, sempre con la dovuta attenzione, scollegare questi due pezzi, che sono incastrati fra loro. Osservate attentamente come sono disposti: riuscirete a spostarli ampiamente dallo “spazio di lavoro”.

Ultima mossa: spostiamo questo cavetto rosso e nero dalla sua “pista” per darci migliore accesso al Superdrive. Il cavetto si snoda in due rami, spostiamo solo quello superiore. Ci avvaliamo qui della meglio riuscita foto di iFixit.

Sembra tutto a posto..e invece no, perché il Superdrive è ancora ancorato da tre viti nascoste. Eccole qui.

Adesso possiamo davvero rimuovere il Superdrive!

Al lettore, sul lato destro, è agganciato un connettore nero, di cui abbiamo già provveduto a staccarne l’altra estremità all’inizio. Rimuoviamolo.
[AGGIORNAMENTO]: Vedete anche quella linguetta metallica posta al centro? Togliamo le due viti nere e teniamola da parte (occhio a non perdere le viti): dovremo riavvitarla sul bay dell’SSD quando andremo a rimontare il tutto. In un iniziale momento ci eravamo dimenticati di collegare questa linguetta e, nonostante sembri davvero inutile, la sua assenza ci ha causato dei problemi.

Il ruolo del Superdrive è ufficialmente finito, possiamo metterlo da parte. Prendiamo SSD e bay. Spostiamo eventuali viti che ostruiscono l’ingresso dell’SSD, inseriamo quest’ultimo nello spazio dedicato, facendolo incastrare nei connettori interni. Dopodiché riavvitiamo le viti del bay per collegarlo saldamente al suo nuovo habitat. Non vorremmo additare Leicke, ma abbiamo avuto qualche problema qui, poiché una delle viti risultava storta. Forse si è trattato di un modello “sfigato” o forse abbiamo pagato in questa maniera la scelta di buttarci sull’economico. Fatto sta che con un po’ di pazienza (e un cacciavite ancora più agile) siamo riusciti ad inserire il tutto.

Riprendiamo il piccolo connettore nero e colleghiamolo al bay. È tutto pronto per il collegamento! Prendiamo il bay con l’SSD, che è ben saldo al suo interno, e infiliamolo capovolto.

E adesso? Semplice, tutto al contrario! Seguendo l’ordine inverso, ricollegate il tutto, reinserite le viti e fate passare i cavi nelle loro “piste”. Il procedimento è abbastanza facile. Concludendo con l’ultimo collegamento (la batteria) potete finalmente chiudere il coperchio e godere del nuovo SSD fiammante montato all’interno del vostro fidato compagno. In realtà ancora no, perché all’avvio tornerete dritti dritti nel vostro vecchio hard disk. Nel caso il sistema dovesse rivelarsi troppo lento in avvio (e l’abbiate constatato più volte), un reset della PRAM dovrebbe risolvere le cose. A noi non è servito, comunque.

All’avvio, il sistema rileverà il nuovo disco e vi dirà, probabilmente, che necessita di essere inizializzato. Fatelo pure, dando un nome alla partizione (es: Macbook SSD) e scegliendo Mac OS esteso (journaled).

E ora che ci conviene fare? Il nostro consiglio è semplice: eseguite una installazione pulita di OS X sul vostro nuovo SSD e avviatelo da lì.

Da qui avrete libero accesso al disco tradizionale.Evitate di copiare nell’SSD files ingombranti come librerie musicali o altro: limitatevi al sistema operativo e alle applicazioni: l’SSD premierà questo vostro comportamento offrendovi una strepitosa velocità in apertura applicazioni e in boot. I contenuti multimediali potranno benissimo restare nel vecchio hard disk. Se inoltre avete una unità Time Machine, potreste anche pensare di formattare completamente il disco tradizionale (visto che gli ingombranti files di OS X non servono più su quella unità) e poi copiare da zero tutti i files multimediali, dalla unità esterna all’unità interna tradizionale.

Un altro consiglio valido è quello di reindirizzare, dove possibile, il salvataggio dei files all’unità tradizionale (esempio: cartella “download” di Safari, percorso di destinazione dei files scaricati tramite client torrent, ecc.), sempre per non riempire eccessivamente l’SSD, in maniera indiretta.

Vi riportiamo qualche altro suggerimento di seguito:

Attivare il Trim, cambiare tipo di standby

Se il vostro SSD lo supporta, attivate il TRIM, funzione software che migliora le prestazioni e la vitalità del vostro SSD. Il TRIM è una funzione già presente in OS X, ma non attiva se non su SSD di serie. Vi basterà utilizzare software come Chameleon SSD Optimizer per risolvere la questione in un attimo. Tra le altre cose, il software permette di configurare il tipo di standby e rimuovere la copia dei dati dalla RAM al disco, cosa che è spiegata meglio nel nostro articolo dedicato.

Ridurre gli accessi al disco magnetico

Ora che utilizzate stabilmente l’SSD, potreste trovare fastidioso che il Mac acceda ogni tanto al disco. Potete ridurre gli accessi scaricando Cocktail, comoda utility multifunzione, che tra le altre cose permette di disabilitare l’indicizzazione sul disco secondario e ridurre i tempi per lo sleep del disco (di default sono dieci minuti, possiamo diminuirli tranquillamente a cinque, ma anche a uno o due).

Nel caso dovessimo scoprire nuovi consigli per il corretto uso dell’SSD, aggiorneremo questa guida. Infine, per sicurezza, riportiamo i link al sito Apple per resettare PRAM, NVRAM e SMC, nel caso doveste riscontrare strani problemi.

La nostra guida finisce qui. Non possiamo prenderci responsabilità su eventuali danni o problemi, ma possiamo dire che tutto è stato testato con le nostre mani e con i nostri dispositivi. In caso di dubbi e perplessità, o anche per suggerire qualcosa, non esitate a lasciare un commento.

Un grande ringraziamento da parte mia e di tutto lo staff a tutti i lettori che sono riusciti ad arrivare fin qui! Buon SSD a tutti!

54,871 visite


98 Commenti

  1. Impegnativo… ma ci proverò.

    Thumb up 0 Thumb down 0

  2. Non vorrei fare il polemico, ma non rimane il buco per infilare i CD sul lato del MacBook?

    Thumb up 1 Thumb down 1

    • Ahimè, la scocca non possiamo di certo modificarla : ) purtroppo è così!

  3. ragazzi bellissima guida la aspettavo da tempo! Grandi

    Thumb up 3 Thumb down 0

  4. Due domande: come si fa a formattare un disco usando utility disco? Mi riferisco all’hdd di serie collegato al mac tramite adattatore sata usb nel caso decidiamo di usare un sdd al posto di quello di serie.
    E poi, l’adattatore sata usb per l’inevitabile clonazione dei dischi, è presente nella confezione di samsung ssd 830 series? Oppure si prende a parte?

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Per la prima domanda: basta aprire utility disco, individuare il disco da formattare, andare sulla scheda inizializza, scegliere “mac OS esteso (journaled)” e dare conferma. Non cambia nulla rispetto al solito.
      Per la seconda: purtroppo no. Forse ci sono dei modelli speciali dotati di kit di trasferimento.

      • A questo punto conviene inserire il nuovo direttamente e appena si accende il mac con l’hdd per time machine collegato premo D se non erro e ripristino tutto.. Penso che anche in questo modo si potrà selezionare il formato esteso journaled per il muovo ssd

        Thumb up 0 Thumb down 0

      • Ho sbagliato, il comando era cmd + R ma questo comando attiva lion recovery che è un utility caricata sull’hdd precedente non sul nuovo inserito! A quel punto dovrei avviare lion recovery usando Lion Recovery Disk (sulla chiavetta) o sbaglio?

        Thumb up 1 Thumb down 0

      • Quindi dovresti tenere collegati sia l’hard disk di time machine che la pennetta con il lion recovery e premere Cmd ed R all’accensione? Non so se funzionerebbe.. Ahah tutto per non comprare un adattatore Sata-usb !!

        Thumb up 0 Thumb down 0

  5. Scusate una domanda.. Ma come faccio a installare mac osx lino sull’ssd se era già installato sul HDD? cioè non capisco mi troverei con due sistemi operativi uno sull’HDD e l’altro sull’SSD? e poi come si fa a installare lino su un altro disco? scusate ma sono un po’ inesperto

    Thumb up 1 Thumb down 0

    • Basta scaricarlo e avviare l’installazione, quando chiede il disco in cui installarsi, basta selezionare “altri dischi” e identificare l’SSD. Sì, a quel punto avrai due sistemi operativi completamente funzionanti. Per decidere da quale avviarsi, basta tenere premuto “alt” durante l’accensione del Mac.

      Nel mio caso, ho formattato l’HDD e l’ho successivamente riempito di nuovo soltanto con ciò che volevo (avevo una copia dei files su un disco esterno).

      • Grazie mille tutto chiaro!:)

        Thumb up 0 Thumb down 0

      • Scusate la domanda, ma “basta scaricarlo” cosa vuol dire? Da dove? Dal sito Apple e loggati col proprio Apple ID? Scusatemi, ma ho un MacBook Pro mid2012 (senza alcun cd o dvd nella confezione) da meno di 2 settimane… e non lo so proprio! :) Grazie.

        Thumb up 1 Thumb down 0

  6. Ovviamente se lo facessi ora perderei Garanzia/Apple Care, giusto?
    Sinceramente aspetto che scada per passare ad SSD e mettermi pure 16GB diRAM.

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Beh, non bisogna rimuovere nessun sigillo di garanzia…ma immagino che in caso di guasto, potrebbero uscirsene con “è danno provocato, visto che è stato aperto e rimosso il lettore”. Almeno, presumo..

    • ok per l SSD però la ram la puoi cambiare senza perdere garanzia.

      Thumb up 1 Thumb down 0

  7. c’è il problema che la modifica del superdrive invalida la garanzia…
    ma poi.. non è necessario abilitare il TRIM, se non sbaglio quell’SSD ha un controller diverso dagli SSD di serie che monta la Apple.

    Thumb up 0 Thumb down 0

  8. Io ho già fatto tutto, e mi trovo una meraviglia!!!!

    Thumb up 1 Thumb down 0

    • Salve a tutti. Voglio aggiornare un iMac early 2008 (quindi SATA 2) con un SSD Samsung 830 SATA 3. Gentilmente potete dirmi quale modello esatto devo prendere su Monclick tra questi?
      Hard disk SSD Samsung – Mz-7pc128n/eu o 128d/eu oppure il 128b/ww?
      Grazie a tutti voi, ah, poi acquistando uno di questi mi arriva anche i cavi cavetti ecc? Sono inclusi?

      Thumb up 0 Thumb down 0

      • Il modello che termina con:
        - n, è la versione notebook (corredato di un adattatore sata-usb per collegarlo come se fosse un disco esterno)
        - d, è la versione desktop (corredato di un supporto per portarlo a 3,5 e i cavi necessari al collegamento ad un computer fisso)
        - b, è la versione bulk (presenta solo ssd, driver e manuale)
        Nel tuo caso credo, dovendolo alloggiare in un iMac, ti serva la versione desktop (se non sei già provvisto dell’occorrente al di fuori dell’SSD).
        Non so però se per il prezzo ti convenga questo o la versione bulk (molto più economica su parecchi siti) per poi procurarti per altre vie l’occorrente per l’istallazione…
        Cerca il parere di qualcuno che l’ha preso per l’iMac, io ho comprato un 256 in versione bulk ad un ottimo prezzo per il MacBook Pro e non saprei consigliarti con certezza.
        Ciao

        Thumb up 2 Thumb down 0

  9. QUESTA TRASFORMAZIONE LO FATTA UTILIZZANDO UN HP HDX 18 E HO COMPRATO L’HDD-BAY SU EBAY 11$ E IL DVD-BOX 6£ SEMPRE SUI EBAY, PIù L’SSD OCZ VERTEX 3 115€, IL TUTTO FATTO DA ME è COSTANO CIRCA 135€, LA DIFFERENZA è NOTEVOLE ED HO UN SSD DA 120GB PIù UN RAID CON DUE DISCHI DI 500GB DA 2,5″ 7200 GIRI/MIN OTTENENDO CIRCA 900GB E LA DIFFERENZA SI SENTE è COME, IN APPENA 25-27″ AVVIO COMPLETO E IN MENO DI 20″ SPEGNIMENTO COMPLETO OVVIAMENTE WINDOWS 7 X64 ULTIMATE CPU 2 DUO 2,5GHZ 8GB RAM, OVVIAMENTE OCCORRE DISABILITARE ALCUNE COSE ALL’INTERNO DI WINDOWS ALTRIMENTI SI DETERIORA LA VITA DELL’SSD ANCHE SE QUESTO CHE HO ACQUISTATO IO è ASSICURATO PER 2 MILIONI DI CICLI DI VITA

    Thumb up 0 Thumb down 13

  10. Ottima guida!! Montando l’SSD al posto del superdrive o al posto dell’HDD normale è la stessa cosa in termini di prestazioni o c’è differenza???

    Thumb up 1 Thumb down 0

    • Se su entrambi i cavi passa la stessa banda sì, se invece il connettore Superdrive gestisce una banda minore (ad esempio alcuni modelli di MB Pro early 2011 hanno il Superdrive con banda passante a 3 gbps invece che 6) è assolutamente sconveniente.

      • Capito, ho appena controllato la banda del superdrive e la mia è da 3Gbps; dunque al posto del superdrive mi converrebbe mettere l’adattatore con l’HDD tradizionale e mettere l’SSD nell’alloggiamento dell’HDD??

        Thumb up 1 Thumb down 0

      • Non è consigliatissima come cosa…lo slot per HDD è l’unico ad avere il sensore di movimento. Spostando l’HDD al posto del Superdrive rischi di guastare il disco con un movimento accidentale. Se, come ho capito, hai la banda a 6 Gbps soltanto verso lo slot HDD, ti consiglio di acquistare una unità SSD più capiente, magari approfittando di qualche offerta. Di questi tempi il Crucial m4 da 256 viene proposto a 180€, il che lo rende un ottimo candidato. Se procedi così, assicurati di disabilitare il sensore di movimento, che con un SSD montato non ti servirebbe e risparmieresti solo batteria!

      • Ok ok, però mi spaventa ma il fatto che gli SSD non sono il massimo per la sicurezza dei dati, è capitato ad un mio amico che dopo 3 mesi di vita un Crucial da 128 sia “morto” facendogli perdere tutto; per fortuna i dati sensibili erano salvati a parte su un HDD tradizionale. No so che fare…

        Thumb up 0 Thumb down 0

      • Puoi sempre prendere un box esterno SATA-USB, metterci l’HDD e farne una unità Time Machine che ti salverebbe da ogni male : )

      • L’SSD per quanto riguarda le prestazioni è SEMPRE consigliato metterlo sullo slot primario al posto dell’HD meccanico. Anche perchè quasi su tutti i modelli la banda è inferiore. Semplicemente poi basta clonare il vecchio O.S. sul nuovo SSD, spostare e puntare la cartella utente sull’HD meccanico, attivare il TRIM ed il gioco è fatto.

        Altro consiglio: il pezzo di plastica nero non c’è bisogno di svitarlo e spostarlo si arriva bene alla vite dell’unità ottica comunque.

        Thumb up 0 Thumb down 0

  11. Salve a tutti, complimenti a Stefano per l’ottimo articolo…Io ho sostituito l’HDD del mio Macbook Pro 13″ del 2011 con un SSD Crucial M4 256 gb la settimana scorsa. Su internet ho trovato pareri molto diversi sulla questione dell’attivazione del TRIM sull’SSD. L’assistenza Crucial mi ha suggerito di non attivarlo. Voi cosa fareste al mio posto?

    Grazie
    Gianni

    Thumb up 0 Thumb down 0

  12. E scusate ancora una domanda.. Ma se io utilizzo il Mac da ssd (cioè lion avviato appunto da ssd) la gestione dei file come avviene sull’HDD? Mi spiego con un esempio. Se io scarico un file da internet ora mi viene salvato nella cartella download dell’HDD originale e va bene. Ma nel momento in cui io sto lavorando sul Mac con il sistema operativo che gira su ssd se faccio la stessa cosa me lo salva sull’sdd e non sull’hdd? e quindi dovrei sempre spostare i vari file da ssd a hdd vero?

    Thumb up 1 Thumb down 0

    • In quel caso, ti sarebbe bastato indicare al browser o a qualunque altro programma, attraverso le preferenze, di salvare tutto su HDD.

  13. Salve a tutti. Voglio aggiornare un iMac early 2008 (quindi SATA 2) con un SSD Samsung 830 SATA 3. Gentilmente potete dirmi quale modello esatto devo prendere su Monclick tra questi?

    Hard disk SSD Samsung – Mz-7pc128n/eu o 128d/eu oppure il 128b/ww?
    Grazie a tutti voi, ah, poi acquistando uno di questi mi arriva anche i cavi cavetti ecc? Sono inclusi?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  14. Salve. Domandona. Il SENSORE di MOVIMENTO che caratterizza i macbook pro in caso di montaggio di un SSD al posto dell’HDD d serie perde ogni utilità? In caso confermiate, rimuoverlo (svitando le sue 2 viti) non creerebbe alcun problema? Avrei intenzione di toglierlo visto il tintinnìo fastidioso che produce ogni volta che non si lavora sulla scrivania. Grazie

    Thumb up 0 Thumb down 0

  15. Domanda un po’ da ignorantone,se io sostituissi l’hdd con quello ssd come faccio a re installarci lion originale se non mi danno il DVD nella confezione?

    Thumb up 1 Thumb down 0

  16. Cmq optibay lo si trova su buy different e nessuna spedizione estera.
    Quano installi un ssd con supporto trim bisogna utilizzare il programma trim enable per abilitare la funzione.
    Se non lo si fa la durata delle “vita” del disco si riduce.

    Thumb up 0 Thumb down 1

  17. Ottima guida, molto dettagliata e completa.
    Ho eseguito questa procedura circa 5 mesi fa, con un disco Samsung 830 e un OptyBay che, aimè ho pagato molto caro a causa di sdoganamento! C’è da dire però che nella confezione c’era:
    - il bay;
    - un set di cacciaviti (4) per tutti i tipi di viti che potevano essere incontrate nell’operazione di smontaggio/montaggio;
    - un case esterno USB per il superdrive.
    Quindi, nonostante il prezzo lo consiglio a tutti.

    Thumb up 2 Thumb down 1

  18. io ho un macbook bianco late 2009
    ho già messo un ssd 120gb ma non mi basta la memoria, questa soluzione che proponete sembra valida ma, in preferenze sistema mi dice per quanto riguarda il superdrive: velocità teorica 3 negoziata 1.5.
    quando metterò l’ssd o l’hdd al posto del superdive come farò a cambiare questa velocità di lettura?

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • I cambia da sola, se rimane così con l’ssd al posto nel superdrive scambia hdd con ssd

      Thumb up 0 Thumb down 0

  19. Nessuno mi sa dire se al posto di metterci l’HD c’è modo di mettere una batteria aggiuntiva? A me sarebbe molto più comodo!

    Thumb up 0 Thumb down 2

  20. Grandissimi ragazzi! A quando una guida per iMac? ;)

    Thumb up 0 Thumb down 0

  21. Ottima guida ragazzi, complimenti!
    Volevo chiedervi se potevate testare la velocità dell’SSD con l’APP gratuita presente nel MacAppStore chiamata “Blackmagic Disk Speed Test”, magari allengando anche uno screenshot. Ve lo chiedo perchè sono indeciso tra il Crucial M4 e il Samsung 830.
    Grazie

    Thumb up 2 Thumb down 0

      • Grazie mille della risposta Stefano ma volevo chiederti un’altra cosa. Ho letto che per aggiornare il samsung 830 bisogna avere per forza windows. Ti risulta? Se si, bella fregatura… ci tocca creare una partizione con bootcamp.
        Fammi sapere
        Grazie

        Thumb up 0 Thumb down 0

      • Pare anche a me, ma non sono ancora ben informato a riguardo.

      • Allora vi consiglio di aggiungerlo nella guida per renderlo noto a tutti gli utenti. Quindi il secondo candidato nella lista degli SSD è il crucial M4? Con quello almeno si va sul sicuro per quanto riguarda la compatibilità con Macintosh.

        Thumb up 0 Thumb down 0

  22. Questa guida si applica anche al MacBook Pro (non-retina) uscito a giugno?

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Non ho avuto modo di metterci le mani sopra, ma sono certo che non cambi nulla : )

  23. Ragazzi volevo chiedervi una cosa, stavo pensando di aumentare a 8gb il mio macbook pro. In giro sul web (ad esempio buydifferent) vedevo che vendevano coppie di 4gb, quindi la mia domanda è questa: posso comprare solo un banco ram da 4gb e aggiungerla a quella che ha già il mio mac???
    oppure sarebbe meglio utilizzare 2 banchi della stessa marca???

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Decisamente meglio utilizzare 2 banchi di stessa marca e stesso taglio : )

      • ma dici in fatto di sicurezza-guasto oppure anche di prestazioni??

        Thumb up 0 Thumb down 0

  24. La batteria se la brucia. e il costo + il tempo + lo “sbattimento” (resta pur sempre na zozzata) non ne vale la pena. l’ssd 830 da 256 si trova anche a poco più di 200 euro. si punta su quello e buonanotte.

    Thumb up 0 Thumb down 0

  25. Ma è possibile utilizzare anche l hard disk interno ( una volta tolto e sostituito da ssd ) con adattatore usb come hd esterno ? Se si doe trovo l adattatore?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  26. Ma scusate in questo modo la batteria non ne risente dovendo far girare 2 hard disk? Possiedo un HD da 750 GB a 7200 rpm, se compro un SSD e lo metto nel superdrive che succede in termini di consumi?

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Me lo chiedevo pure io…eppure non vedo alcun calo di autonomia…anzi!

  27. Corsaire force 240gb a 180 euro su amazon!!
    L’ho montato su MacBook pro 2009 middle con lion! Anche se sata 2 va che è una meraviglia! 15 secondi per avviarsi! E premetto che ho piu di 150 programmi installati! Circa 120 gb! In piu ho anche bootcamp con Windows 7!
    L’installazione l’ho fatta tramite backup di timemachine! Ed è attivabile il TRIM con camaleon!
    L’unica pecca è che tutti gli ssd non hanno un firmware aggiornato o hanno un bug per far rilevare al computer la temperatura corretta!

    Thumb up 1 Thumb down 0

  28. che consigliate per mettere dentro il lettore dvd ?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  29. Time Machine riesce a leggere i dati che ho sul hd posizionato al posto del superdrive?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  30. Ragazzi conplimenti..ma a quando una guida simile per l imac dato che il processo è piu complicato?!? Grazieee

    Thumb up 0 Thumb down 0

  31. Ho fatto anche io questa modifica qualche giorno fa, usando proprio l’adattatore Leicke. Funziona tutto, l’unico problema è che sul mio Macbook Pro 15 2011 ho dovuto tagliare un piccolo pezzo di plastica dell’adattatore Leicke con un seghetto che altrimenti non potevo rimontarlo al posto del superdrive, e leggo in rete che è un problema comune. A parte questo piccolo problema, un upgrade assolutamente consigliato!

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • È un problema del vecchio modello Leicke, quello che ho acquistato è più recente.

  32. CONSIGLIO per chi ha un macbook meno recente in cui il superdrive ha l’attacco SATA obsoleto.Mettete l’SSD al posto dell’attuale HD e quest’ultimo nel bay al posto del superdrive.CI voglio pochi minuti in più ma ne guadagnerete in prestazioni :)

    Thumb up 0 Thumb down 0

  33. Io ho fatto la stessa cosa (più o meno) con il Kit OWC! sembra veramente un mac nuovo!

    Thumb up 0 Thumb down 0

  34. scusate ma un SSD samsung cm quella si potrebbe mettere al posto dell’ HDD?? C’è intendo che l’SSD abbia la stessa presa dell’ HDD o no???

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Certo, hannno entrambi un collegamento SATA (2 o 3, dipende dal tuo Mac)

      Thumb up 0 Thumb down 0

  35. certo che ce ne è di gente scarsa!!!

    Thumb up 1 Thumb down 3

  36. Solo 1 parola: WOW

    Thumb up 0 Thumb down 0

  37. La guida è STREPITOSA , difficilmente se ne trovano di così precisened allo stesso tempo di facile comprensione, avrei una domanda da fare: ho un macbook pro late 2009, dove occupo circa 200 gb poichè archivio su time capsule, detto questo, se volessi mettere un ssd al posto di quello esistente, basta staccare quello esistente ed inserire un ssd? Oppure devo utilizzare procedure particolari? Come reistallo il tutto? Quanta ram posso ampliare? due banchi da 4 o ne posso addirittura mettere due da 8? Grazie!

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Grazie per i complimenti :)
      Si, puoi sostituire il tutto in pochi passaggi. Per il resto, ti basta acquistare un SSD dotato di adattatore USB e con carbon copy cloner fai una copia esatta dell’hard disk. Sostituisci e accendi, via.
      Per la RAM, io non azzarderei con quelli da 8. Sappi che con un SSD la RAM passa in secondo piano come importanza, bastano anche 4 GB se non fai lavori pesanti.

  38. Innanzitutto vorrei ringraziare il creatore della guida, per l’impegno e la precisione nel dare il più possibile informazioni utili e concrete! Davvero!
    Avrei una domanda, non so se qualche commento sopra ne ha già fatto riferimento, pertanto se è una domanda già posta 1000 volte mi scuso….
    Io possiedo un macbook unibody bianco fine 2009, l’unico upgrade che ho eseguito è stato mettere dapprima 4 gb di ram, poi 8 (anche se non sono ufficialmente supportate, devo dire che le monta e va benissimo). Se dovessi mettere un SSD, essendo che la velocità dal mio superdrive è impostata su 3gbs, dovrei metterlo solo al posto dell’hhd? mi converrebbe? e le procedure sarebbero complicate?
    Grazie ragazzi!

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Uhm, se non vado errato anche lo slot dell’HDD è SATA 2, quindi 3gbps. Usa le istruzioni del nostro articolo dedicato (c’è un link dentro questo articolo) per individuare la banda passante su entrambe le connessioni. Nel caso dovessi trovare 3gbps per entrambi, tanto vale mettere l’SSD al posto del lettore.

  39. IL TRIM NON VA ASSOLUTAMENTE ABILITATO, PERCHè SE OGNI VOLTA CHE ANDIAMO IN STAND-BY, IL MAC O PC TRASFERISCE I FILE IN RAM SULL’SSD E QUINDI CONTINUAMENTE LEGGE E SCRIVE E SONO CICLI IN PIù CHE DETERIORANO L’SSD E NE RIDUCONO LA VITA, ATTENZIONE DISABILITATELO PER IL VOSTRO SSD E LA VOSTRA TASCA, SONO UN’IT ED ANCHE IO HO EFFETTUATO LA SOSTITUZIONE DI UN HHD CON UN SSD ED AL POSTO DI WINDOWS 7 HO INSTALLATO OS X MOUNTAIN LION, MA NON ATTIVATE IL TRIM, BASTA LEGGERE NELLE VARIE GUIDE PER PRESERVARE GLI SSD, DI NON ATTIVARLO, COME ANCHE WINDOWS 7 QUANDO RICONOSCE DURANTE L’INSTALLAZIONE CHE è UN SSD LO DISABILITA, QUINDI NON RIATTIVATELO VOI

    Thumb up 0 Thumb down 0

  40. Salve a tutti volevo chiedere un’informazione. Avendo installato un SSD da 128 GB ho provveduto come suggerisce questa fantastica guida a spostare le varie cartelle: Download, Immagini, Documenti, Musica, Filmati su disco installato nel Bay al posto del DVDROM. Adesso vorrei aggiornare a Mountain Lion ma ho paura che facendo l’aggiornamento mi fa un casino totale con i link simbolici. Che ne dite? Qualcuno ha provato?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  41. Utilissima guida, ho appena acquistato SSD della Samsung su amazon assieme al bay e il case per il super drive su ebay, vi lascio i link di ciò che ho acquistato potrebbe tornare utile a qualcuno….

    Case Superdrive: http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=200784071218
    SSD samsung: http://www.amazon.it/gp/product/B007BBQPUA/ref=ox_ya_os_product
    Adattatore per SSD: http://www.amazon.it/gp/product/B00803HWGE/ref=ox_ya_os_product

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Ciao Ragazzi appena terminato il montaggio sul mio MacBook Pro 15″ 2011, ci ho messo meno di 20 minuti a farlo, nessun intoppo, solo che sul mio MBP lo spinotto della batteria è differente e non sono riuscito a staccarlo ed ho fatto tutto sotto “tensione”.
      Ora sto installano OSX Mountain Lion su SSD della Samsung, non ho ben capito se devo attivare il Trim o meno, dove reperisco soluzioni corrette, qui nei commenti vedo pareri discordanti…

      Thumb up 0 Thumb down 0

      • Per il TRIM? Ti basta usare Chameleon SSD!
        La mia opinione è che va attivato. Se ci pensi, Apple sui suoi SSD lo attiva.

      • Grazie Stefano (complimenti per l’ottima guida) sto installando i software principali Adobe Suite ed Office su SSD una scheggia! Ho attivato il TRIM con TRIM ENABLER ho fatto bene?
        Saluti

        Thumb up 0 Thumb down 0

      • Certo : )

  42. Ottima guida. Ho installato un ssd 128 Kingston e tutto è filato liscio. Ora vorrei valutare l’opportunità di installare il vecchio hd Mac al posto del lettore DVD. Io ho un MacBook bianco inizio 2008, dovrei arcuare delle varianti rispetto a quanto riportato nella guida? Grazie in anticipo

    Thumb up 0 Thumb down 0

  43. Salve ragazzi! Vi ringrazio per l’ottimissima guida! Vi chiedo: il kit di hardwrk (http://hardwrk.com/) va bene? Forse costa troppo? A settembre metterò in pratica il tutto! ;)

    Thumb up 0 Thumb down 0

  44. Ciao, intanto volevo ringraziarvi per l’ottima guida. Avrei comunque una domanda da fare: visto il costante calo di prezzo degli SSD avevo pensato di acquistare un Samsung 830 da 256 GB. Possiedo un macbook pro 13″ mid 2009 e il mio intento originario era quello di installare l’SSD al posto dell’attuale HD per poterlo sfruttare al max della sua velocità. Tuttavia, ho visto dalle informazioni di sistema che entrambi gli slot (sia il superdrive che quello dell’HHD) hanno una velocità di collegamento di 3GB.
    Mi chiedevo, quindi, se una volta montato l’SSD al posto dell’HD originale questa velocità sarebbe cambiata o se fosse rimasta uguale… In questo caso mi converrebbe optare per l’installazione dell’SSD al posto del superdrive giusto? visto che non cambierebbe nulla in termini di prestazioni, almeno avrei più spazio a disposizione per l’archiviazione dei dati, corretto?

    Thumb up 1 Thumb down 0

  45. ciao ho una domanda da fare ai più esperti… ho effettuato una backup di TM su time capsule di tutte e due gli hd (ssd+meccanico). Sul meccanico ho le mie librerie.
    Se dovessi comprare un nuovo macbook esempio il retina ed effettuare un ripristino con TM, le mie librerie saranno caricate lo stesso sul hd primario o mi darà errore in quanto non troverà + il secondo hd? vi ringrazio

    Thumb up 0 Thumb down 0

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per Mac!
quickapp_hover
Icon2.175x175-75
RecordMe
3
quickapp_hover
macicon120_451422073
GooMenu+
27
quickapp_hover
macicon120_419823161
AnyToDMG
quickapp_hover
macicon120_413756578
Mixxx
quickapp_hover
macicon120_402508085
Comic Life 2
quickapp_hover
macicon120_404243625
SketchBook Express

Le ultime Applicazioni aggiornate!

I Partner Esclusivi di iSpazio