In Evidenza
Il Contest del giorno su iSpazioMac
Contest
macicon120_502305145
Vinci 5 copie di Cultura Generale con iSpazioMac!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

La batteria dei nostri Macbook: come utilizzarla al meglio facendola durare a lungo | Guide iSpazioMac



Il primo pensiero quando si utilizza un Macbook le prime volte è: “E adesso cosa faccio per far durare la batteria?”. Le batterie degli ultimi Macbook sono fenomenali e riescono a garantire un’autonomia molto spesso irraggiungibile dai portatili concorrenti (anche più di sette ore, se manteniamo spento il wi-fi). Ma, come molti di voi sapranno, le batterie hanno una vita limitata. Come fare a gestire al meglio la batteria a lungo? Ecco alcuni semplici consigli.

Iniziamo con il verificare lo stato della batteria del nostro Mac. Una applicazione in grado di darci queste informazioni è Coconut Battery, ma se avete iStat Pro tra i vostri widgets, è sufficiente quello.

A prescindere da ciò che utilizzerete, avrete tre informazioni importanti: il livello di carica attuale, i cicli di carica fatti finora e la vitalità totale della batteria. Nel nostro caso, su questo Macbook Pro 2011 fresco d’acquisto, la vitalità della batteria è già scesa al 94%.

Cosa significa questo dato? Minore è la vitalità della batteria, minore sarà l’autonomia massima che potrà raggiungere. Vi siete chiesti perché alcuni portatili, dopo molti anni di utilizzo, finiscono per dover restare sempre collegati all’alimentazione? È proprio perché la vitalità delle loro batterie è scesa ad un livello così critico da non poter mantenere la carica per più di mezz’ora.

Le cause del calo che abbiamo riscontrato sul Macbook Pro si possono spiegare in diversi modi: non è stato utilizzato “correttamente” (e più avanti spiegheremo meglio questa cosa) oppure è stato tenuto troppo spesso sotto alimentazione. La seconda ipotesi è più plausibile: guardate infatti lo stato di carica segnalato: sebbene il Mac fosse sotto carica da un giorno, la percentuale di carica non è al 100%.

Spieghiamo subito il perché: per evitare di rovinare la batteria, Apple limita al massimo i danni con un sistema di carica intelligente. Raggiunto il 100% della carica, noteremo che il nostro MagSafe si illuminerà di verde. Da qui in poi, la batteria non verrà più ricaricata (nessun sovraccarico, insomma). Utilizzando il Macbook per molte ore, noteremo che la carica inizierà, molto lentamente, a scendere (verso il 94-95% dovrebbe invece riprendersi a ricaricare).

Mantenere il Macbook sempre sotto carica, a prescindere da questo sistema, non è una scelta saggia. Il Macbook è stato creato pensando ad un utenza sempre in movimento. Utilizzare il Macbook via batteria è assolutamente necessario, in modo da mettere in movimento gli elettroni della batteria. Ecco alcuni consigli.

Innanzitutto, a prescindere dal vostro utilizzo del Macbook, effettuate sempre una ricalibrazione della batteria una volta al mese. In questo modo, la batteria farà una “ginnastica” completa. Non preoccupatevi se finito il processo la vitalità sembri diminuita, si rialzerà nei successivi cicli. Ecco come fare:

  1. Iniziate caricando al massimo il Mac, per poi lasciarlo sotto carica per un paio di ore come minimo. Potete utilizzarlo regolarmente;
  2. Staccate il Magsafe e iniziate ad utilizzare il Mac fino a scaricare la batteria;
  3. Quando il Mac vi avviserà della batteria scarica, continuate ad utilizzarlo, ma abbiate la premura di salvare eventuali lavori in corso;
  4. Arrivato allo 0%, il Mac non ha ancora realmente esaurito la sua carica. Non si spegnerà del tutto, ma andrà in fase di Stop;
  5. Aspettate circa sei ore (anche di più, se potete) in modo da far terminare la carica rimasta. Dopodiché, ricollegate il MagSafe, riaccendete il Macbook, attendete alcuni secondi (il Mac avrà bisogno di “risvegliarsi”) e utilizzatelo regolarmente;

NB: riaccendendo il Mac nell’ultimo step, noterete che il vostro lavoro sarà stato salvato. Di default, quando il Mac va in Stop, viene salvato tutto su hard disk, per cui è tutto normale.

Come ricordarsi della ricalibrazione? Apple vi offre un promemoria per iCal abbastanza comodo. Un’altra idea è quella di utilizzare Watts, utility molto ben fatta che vi assisterà durante tutti gli step. È scaricabile da qui ed è gratuita per i primi 30 giorni.

Ecco gli step essenziali da seguire (soprattutto se siete utenti sedentari, come chi vi scrive).

  • Ricordatevi sempre di ricalibrare ogni mese. Non fatelo più di una volta al mese;
  • Se passate una giornata sul Mac sotto carica, cercate di passare quella successiva utilizzandolo anche tramite la batteria;
  • Appena comprato, il Mac non deve essere MAI utilizzato sotto il 15-20% di carica. E’ consigliabile collegarlo subito al Magsafe, soprattutto nei primi cicli di carica. Per il resto, trattatelo normalmente;
  • Non è consigliabile fare cicli di carica/scarica completi con estrema frequenza. Non abbiate paura di collegarlo all’alimentazione anche se siete al 30-40% di carica, ma nemmeno se siete al 60-70%, magari in vista di un pesante lavoro di editing;
  • Non è nemmeno consigliabile non arrivare mai agli ultimi residui di carica del Mac. Andrebbe fatto, ma solo saltuariamente;
  • Se decidiamo di non utilizzare il Mac per molti giorni, è consigliabile lasciarlo a metà carica. Non è salutare lasciarlo scarico o completamente carico per molto tempo;
  • Se utilizziamo il Mac tutti i giorni, non spegniamolo. Molto meglio lasciarlo in Stop. Conviene spegnere il Mac soltanto se pensate di non utilizzarlo per un paio di giorni;
  • Non è necessario aspettare che il MagSafe diventi verde. Se avete fretta di staccare il Mac, fatelo. Ricordate che le batterie ai polimeri di litio si ricaricano piuttosto in fretta fino all’80%, per poi caricarsi molto lentamente fino al 100%.

 

Seguendo questi step, avrete un Mac che durerà a lungo e che perderà la minore vitalità possibile. Le batterie ai polimeri di litio di nuova concezione, sulla carta, reggono fino ad un migliaio di cicli, ma potrebbero iniziare ad abbandonarvi anche un po’ prima.

In questo caso, niente panico. Per quanto le batterie dei Mac non siano rimovibili, è possibile farle sostituire portando il Mac in un centro Apple autorizzato. Il costo non è proprio basso, ma è decisamente meglio rispetto a quello di un Mac nuovo.

Informazioni ufficiali riguardo le batterie dei Macbook sono reperibili sul sito Apple. Vi lasciamo con l’ultimo consiglio, che poi è quello che dà anche Apple: utilizzate il Macbook esattamente per come è stato concepito: un sistema portatile dalla grande durata, che raramente vi abbandonerà in mezzo al lavoro.

Nota: prima di iniziare a scrivere questa guida ho staccato il MagSafe. Ed ecco a fine articolo cosa è successo (è passata un’ora circa). A voi le conclusioni!

 

57,763 visite


36 Commenti

  1. A dicembre dovrò acquistare un macbook,quindi grazie per quest’articolo,me lo salvo!!

    Thumb up 9 Thumb down 2

  2. Grazie mille ho acquistato un MacBook Pro da qualche mese ed è una bomba di computer!!! grazie per il consiglio :)

    Thumb up 4 Thumb down 2

  3. Grazie tante, articolo molto molto interessante.
    Penso questo sia uno dei principali problemi di chi acquista un mac, e vuole preservarlo al meglio, considerata anche la spesa :D
    Grandi!!!

    Thumb up 4 Thumb down 2

  4. Dall’immagine risulta che la batteria arrivi al 100% della carica in 2 ore e un quarto, io però, sin dalla prima ricarica – conoscendo la procedura di ricalibrazione e comunque stando molto attento a queste genere di cose – ho notato che il MBP (nuovo, 2011) raggiunge il 100% dopo 2 ore e 45 ca. (più precisamente 2h 48′ 36”). Lo lascio poi un’ora con la spia del MagSafe verde, per un totale di 3 ore di ricarica. Sempre nell’immagine, però, si nota che la carica totale si raggiunge dopo 4 ore e mezza.
    Volevo sapere se c’è qualcosa che non va nella ricarica del mio Mac, anche se mi sembra tutto a posto.

    P.S. : di solito, in navigazione Internet via Wi-Fi, con il Bluetooth spento e le impostazioni di default circa il Riparmio Energia – quindi anche con la luminosità automatica, quanto vi dura la batteria ?

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • Rispondo prima all’ultima domanda: dipende da quanto è stressante la navigazione. Caricare pagine su pagine grava più rispetto a mantenere, per dire, soltanto Facebook aperto. Così come guardare video, scaricare, fare upload, ecc. In media 5-6 ore, sul mio Pro 2011, le mantengo.
      Ho staccato la corrente alle undici, scritto questo articolo, scritto un altro, lasciato in stop dalle due alle tre e mezza, ho ancora tre ore di autonomia come minimo.
      Per la prima cosa che dicevi, non preoccuparti. Quello è solo un dato generale. La ricarica del tuo Macbook è normale.

  5. E per chi come me ha il macbook pro early 2008 con la batteria rimovibile?

    Thumb up 1 Thumb down 0

  6. Devo constatare di non trovarmi in accordo con alcune affermazioni dell’articolo. Io ho un MacBookPro 2010. Utilizzato prevalentemente con l’alimentatore attaccato (per esempio, in questo momento ho 97% di batteria che però non è in carica). Ho 100 cicli di carica e iStat mi dice che la SALUTE (…) della mia batteria è al 100%. A questo punto non posso far altro che dire che tenere il computer attaccato all’alimentatore per molto tempo non è assolutamente dannoso… Sono un caso isolato?
    Saluti!

    Thumb up 0 Thumb down 2

    • Secondo me sì. Questo perché la batteria ai polimeri di litio si mantiene “forte” mettendo in movimento gli elettroni. Apple stessa sconsiglia di tenere sempre il MagSafe attaccato.

      Sei molto fortunato, insomma :D

      • Dove lo sconsiglia?? non mi risulta o almeno va precisato quanto segue:

        1. sempre attaccato a corrente…
        2. scaricarlo una volta a settimana se rimane attaccato oltre i 7 gg..
        3. scaricarlo completamente prima di riattaccarlo…
        Questo quello che ti insegnano quando prendi la certificazione HW…

        Thumb up 1 Thumb down 1

      • tra l’altro in un keynote spiegavano che le nuove batterie integrate hanno un sensore di carica: quando il mac è carico “staccano” la batteria dall’alimentazione e utilizzano la corrente solo per farlo funzionare…

        Thumb up 1 Thumb down 1

  7. Secondo me un buon modo di preservare la salute della batteria e allo stesso modo non far aumentare i cicli di carica (dopo un tot la garanzia decade anche entro il primo anno dall’acquisto, indipendentemente quindi dal MB, la batteria ha una garanzia “parallela” a se stante) è quello di usare la batteria fino al 50% della carica per poi eventualmente ricaricare..i questo modo si limitano i cicli ma la batteria lavora regolarmente.

    Thumb up 0 Thumb down 2

    • Anche questo non è vero… il conteggio dei cicli lavora anche in modo parziale…
      se ricarchi prima del 20 poi del 50 e poi del 30% la somma fa cento ed il contatore dei cicli segna +1…

      Thumb up 5 Thumb down 0

      • Se io uso il MBP dalle 2 del pomeriggio alle 7 di sera (5ore) e uso solo la batteria dal 100% riesco ad esaurire la carica (mail, safari, autocad, iTunes, ecc.)…se io uso il 50% di batteria oggi e carico 50 ( mezzo ciclo) e lo stesso faccio il giorno dopo (altro mezzo ciclo) alla fine del secondo giorno ho il MBP al 100% di carica con un ciclo..se io usassi solo la batteria alla fine del secondo giorno dovrei eseguire il secondo ciclo. Quindi direi che si risparmiano cicli eccome..

        Thumb up 0 Thumb down 1

      • In questo caso hai ragione. Ma è inutile spingersi alla paranoia. La garanzia è di 12 mesi o 300 cicli all’interno dell’anno (l’APP non copre la batteria). Se te fai 100 cicli in 12 mesi la batteria è comunque fuori garanzia. E non c’è secondo anno che tenga: la batteria è per definizione un consumabile. Nel senso della salute della batteria invece è giusto solo se la calibri correttamente: se prendi 2 macchine uguali e una la usi come dici tu e l’altra la tieni attaccata a corrente e la scarichi una volta a settimana (non verosimile in uso quotidiano, è solo un esrmpio) vedrai che dopo un anno la prima ha una capacità a carica completa inferiore alla seconda.
        Ha senso risparmiare cicli se tutti i giorni dell’anno la carico e scarico perchè mi muovo sempre. Altrimenti che ti cambia?

        Thumb up 0 Thumb down 0

  8. Ragazzi :D mi sono dimenticato di aggiungere un punto essenziale alla guida!
    Lasciate in stop i vostri Mac, se li dovete usare tutti i giorni!

    Ora lo aggiungo :)

    • Stefano, ottimo articolo e molto chiaro! C’è da dire però che Apple non consiglia più la calibrazione della batteria per i nuovi MacBook… Tant’è che se provi a farlo scaricare non va in stop, ma in ibernazione!
      Stavo impazzendo qualche giorno fa per cercare di capire come mai il mio MacBook Pro non andasse più in stop… E l’ho capito quando ho letto sul sito Apple :)

      Thumb up 2 Thumb down 0

      • Che io sappia, il Mac va in Stop (che poi è una sorta di ibernazione, perché in Stop salva anche i dati su HD per possibili spegnimenti). Se la batteria si scarica completamente (quelle 5-6 ore necessarie dopo che ha raggiunto lo 0%), resta lo stato di ibernazione. Infatti lo si nota perché quando vai a riaccenderlo, più avanti, per riprendersi ci mette molto di più.

        Comunque, posso benissimo sbagliarmi.
        Per la ricalibrazione, per quanto le batterie moderne siano già calibrate, credo che ogni tanto andrebbe comunque fatta.

      • Ti confermo che va in stop, ma solo se la batteria ha una carica che ritiene sufficiente (suppongo almeno il 10%). In caso contrario salva i dati su HD e si spegne (ibernazione) nel momento in cui il coperchio viene chiuso.

        Sono d’accordo che la ricalibrazione vada fatta (è la natura delle batterie a Litio), ma è impossibile farla in quel modo proprio perché il Mac non resta in stop per tutte quelle ore… Ma si spegne!

        Mi preoccupava la cosa, ma dopo tante ricerche ho capito che nei nuovi MacBook è normale!

        Apple dice: http://support.apple.com/kb/HT1490?viewlocale=it_IT&locale=it_IT

        *Portatili con batterie integrate*
        Le batterie degli attuali portatili Apple sono precalibrate e non richiedono la procedura di calibrazione descritta in questo articolo.

        Thumb up 1 Thumb down 0

    • Altro piccolo consiglio: ci sono dei programmi che richiedono inutilmente la scheda grafica più potente (quando prevista la doppia scheda grafica), facendo consumare appunto più batteria. Il programma gfxCardStatus permette di impostare il Mac in modo che quando è alimentato a batteria utilizzi solo la scheda grafica interna.

      Vi assicuro che si guadagna molto in autonomia!

      Thumb up 2 Thumb down 0

  9. Io il mio MBP 2011 lo uso spesso al pomeriggio e soprattutto la sera ma mai al mattino ( scuola) , dovrei comunque lasciarlo in stop o spegnerlo la notte?
    Infine, perchè dovrei preferire lo “stop” piuttosto che allo spegnimento?
    Grazie

    Thumb up 0 Thumb down 0

  10. Grazieeeee! Finalmente un bell’articolo sulla batteria!!!! GRAZIE GRAZIE GRAZIE! Articolo stupendo!!!!! Ma una domanda lasciare il macbook pro quasi sempre in stop non si rovina? xD ho paura di trattarlo male xD io per esempio lo uso una volta al giorno tipo 20:00 fino 22:00 e poi lo riaccendo domani alla stessa ora… dici di lasciarlo in stop? Thanksssss

    Thumb up 1 Thumb down 0

  11. Bell’articolo..Aspettavo una guida ben fatta da quando ho preso il mac a luglio 2011. In questi giorni sto stressando il macbook tra lavoro di tesi (autocad e photoshop) e per un esame (photoshop).L’autonomia si aggira intorno alle 4 ore,ma è comprensibile visto che uso programmi abbastanza pesanti (ho anche aperto tavole da 800 mb con photoshop).Con l’hp non ho mai raggiunto un’autonomia del genere e quando l’avevo comprato,2010,era tanto se arrivavo alle 2 ore e mezza utilizzando i stessi programmi. (ovviamente non l’ho buttato,lo tengo come fisso e lo utilizzo per fare i render con 3ds).Quando faccio un lavoro pesante non lo stacco subito dalla corrente.Oggi ad esempio ho lavorato con la batteria,l’ho caricata intorno all’1 del pomeriggio (tenendo conto che era dalle 9 che lavoravo) ed alle 4 l’ho staccato.Ora,nonostante abbia martirizzato un dvd per l’università,lo abbia tenuto in stop per 2 ore,ho ripreso alle 7 a riutilizzarlo e ha ancora un’ora di autonomia.

    Thumb up 0 Thumb down 0

  12. Come detto da qualcuno, se la batteria è rimovibile. Quindi viene usato solo a corrente e la batteria staccata. La si riprende in mano dopo mesi, in 3 anni viene usata si e no 10/15 volte, sarà più performance di una usata sempre? Oppure questi polimeri di litio si degradano? Quindi tanto vale usarla ?

    Thumb up 0 Thumb down 0

  13. Rispondo ad alcune domande.

    1 – la modalità di Stop è preferibile perché mantiene gli elettroni in movimento. Spegnere e riaccendere molte volte il Mac non è molto salutare. Se lo utilizzate tutti i giorni, mettetelo in stop! Il mio MB pro ha un mese di vita ed è costantemente in stop. Inoltre, volete mettere il bello di un sistema già pronto all’uso appena aperto? :D

    2 – La batteria removibile funziona allo stesso modo. Se ha già diversi cicli di carica sulle spalle, tenerla ferma per tre anni potrebbe comprometterla. Non posso dirlo con grande certezza, ma per quanto ne so, una batteria che per tre anni è stata attiva, con regolarità, dovrebbe funzionare meglio.

    • Aggiungo una cosa che forse non hai messo nell’articolo:

      Se non si deve usare la batteria per un certo periodo di tempo, si consiglia di conservarla con circa metà di carica.
      Mai lasciare la batteria a 100% o 0%. Meglio sarebbe con 50% di autonomia (Ecco perchè quando apri un pc/mac/idevice/smartphone c’è almeno metà batteria.)

      Thumb up 2 Thumb down 1

    • il mac va tenuto in stop non tanto per la batteria quanto per i programmi di pulizia automatici

      Thumb up 0 Thumb down 0

  14. Scusatemi, ma su http://support.apple.com/kb/HT1490?viewlocale=it_IT&locale=it_IT dice chiaramente che le ultime versioni di portatili macbook con batterie integrate non richiedono alcuna procedura di ricalibrazione. Ed in effetti è quello che sapevo anche io.
    Quindi questo lascia supporre che la procedura da te indicata valga esclusivamente per modelli macbook con batterie rimovibili che sono precedenti al 2009 come appunto si evince dal supporto ufficiale Apple.

    Thumb up 0 Thumb down 0

  15. Grazie per l’articolo…ho da farti se posso un paio di domande…ho appena installato iStat Pro come widget è ho notato che la mia batteria ha completato 165 cicli di ricarica e ha una “vitalità” ( appena installato il widget ) pari al 90%.Il mio MacAir è di Febbraio 2011 quindi ha un anno di vita, secondo la tua esperienza com’è da considerarsi lo stato della mia batteria? (Non ho mai calibrato la batteria e utilizzo il portatile prevalentemente a batteria, nel senso che lo lascio scaricare fino a che non si spegne e poi lo ricarico ,continuando a lavorarci). Secondo domanda, quanto è attendibile iStat Pro ? perché appena installato mi segnava 90% di vitalità (questa mattina) mentre ora che scrivo è scesa al 89%….secondo te è possibile come cosa?!?!
    Grazie

    Thumb up 0 Thumb down 0

    • la vitalità è molto ballerina, a me nel giro di 6 mesi era scesa da 99% al 94%, risalita al 98% poi calata gradualmente a 1 anno esatto era 91% poi è di nuovo salita a 93% ecc ecc…sta di fatto che se lo utilizzo tranquillo tranquillo le mie 7/8 ore le regge (giornata lavorativa o universitaria), se inizio a navigare ecc cala, in media sulle 4/5 ore di utilizzo normale

      Thumb up 1 Thumb down 0

    • Possibile! Se è al 90% è nella media. Forse potresti aumentarla di qualche punto percentuale utilizzando i metodi spiegati nell’articolo ;) Ma comunque non ti preoccupare.

  16. io eviterei queste ricalibrazioni…ogni tanto basta soingersi su % + basse senza arrivare allo zero…se per qualche motivo rimane troppo a zero non la ritirate + su come una volta

    Thumb up 0 Thumb down 0

  17. il ragazzo del centro assistenza mi ha detto di usarlo tipo cellulare!!! ovvero quando è scarico lo devi ricaricare evita se puoi di attaccarlo come ti gira!!! ma mi ha consigliato cmq la ricalibrazione della batteria!!!

    Thumb up 0 Thumb down 0

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per Mac!
quickapp_hover
Icon2.175x175-75
RecordMe
3
quickapp_hover
macicon120_451422073
GooMenu+
27
quickapp_hover
macicon120_419823161
AnyToDMG
quickapp_hover
macicon120_413756578
Mixxx
quickapp_hover
macicon120_402508085
Comic Life 2
quickapp_hover
macicon120_404243625
SketchBook Express

Le ultime Applicazioni aggiornate!

I Partner Esclusivi di iSpazio